Category Archives: Francia

LA ZUPPA DI CIPOLLE

Si, è vero, la cucina francese è molto famosa anche se a mio modesto parere la cucina italiana è molto meglio, non fosse altro che per la varietà dei piatti che propone.
Comunque questo era l’oggetto del contendere tra me e zia Giannina. Io con capivo come mai potesse difendere a spada tratta i colori francesi. Mi sembrava un’assurdità totale
finchè un bel giorno non mi fece assaggiare qualcosa che mi tappò la bocca per sempre: la zuppa di cipolle… fatta come la fa lei naturalmente!

DIFFICOLTA’:**
PREPARAZIONE: 30 min
COTTURA: 40 min

INGREDIENTI
2 litri di brodo
Cipolle 500 gr
Burro 100 gr
Gruviera 200 gr
Pancarrè 200 gr
Vino bianco
Farina 20 gr
Parmigiano reggiano grattuggiato
Sale e pepe

Preparazione
Mettere in un grosso tegame un po’ di burro: farlo sciogliere e aggiungere le cipolle finemente affettate. Far soffriggere a fuoco basso. Versare quindi il vino, salare e pepare, aggiungere la farina e mescolare. Unire il brodo e cuocere per 20 minuti circa.
Nel frattempo, disporre su una pirofila il pancarré.
Depositare un po’ di gruviera tagliata a fettine sottili, parmigiano grattugiato e un fiocchetto di burro su ogni fetta e far gratinare in forno (a 180°C) per mezz’ora.
Una volta pronte le fettine, metterle a cuocere ancora per un paio di minuti con la zuppa e servire.

…E BON APPETIT!

QUENELLE AI FUNGHI PORCINI

“Potrei preparare anche delle quenelle ma non so se sono pronti per capirle…” esclamò zia Giannina mentre si scervellava per capire come deliziare al meglio i suoi invitati. I cugini venivano dalla campagna e sicuramente erano abituati a cibi semplici e genuini. Anche io a quanto pare, perché non avevo mai sentito nominare le “quenelle”. Detestavo sentirmi ignorante ma ero troppo curiosa di sapere cosa fossero. “Quenelle… cosa erano codeste?!” le chiesi parafrasando Don Abbondio. Forse neanche io ero pronta per loro!
“Ah ah… e qui casca l’asino!” disse ridacchiando zia Giannina. “non lo sai eh?” chiese a sua volta. “Eh no, le quenelle mi mancano!”
“Allora lo scoprirai mentre le faccio!” mi rispose sadica. Ma io tirai fuori l’iPhone e googlai “Quenelle”. Ecco cosa saltò fuori: “Le quenelle sono una tipica preparazione della cucina francese, simili agli gnocchi o alle polpette. Sono di forma allungata e sono preparate con impasti di carne o pesce, uova e pan grattato”. Basta saperlo!

DIFFICOLTA’: **
PREPARAZIONE: 35 min

INGREDIENTI

500 gr di ricotta
250 gr di funghi porcini freschi
150 gr di speck
4 cucchiai di olio d’oliva
½ bicchiere di vino bianco
sale e pepe q.b.
1/2 cipolla
2 spicchi di aglio
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
2 uova intere
1 tuorlo
100 gr di pan grattato
200 gr di passata di pomodoro

PREPARAZIONE

1. In una casseruola far imbiondire, con 2 cucchiai di olio, un trito finissimo di 1 spicchio di aglio e parte della cipolla a disposizione, aggiungere la passata di pomodoro, sale e pepe e lasciar cuocere per 15 minuti a fuoco lento.
2. Raschiare i porcini con un coltello affilato, strofinarli con un panno umido senza lavarli. Tagliare i funghi a lamelle non troppo sottili, metteterli nella padella con 2 cucchiai di olio e un trito finissimo di aglio e cipolla. Lasciar rosolare gli ingredienti per qualche minuto a fuoco vivace, bagnare con il vino, lasciarlo evaporare, poi aggiungere sale e pepe continuando la cottura a fuoco moderato per 15 minuti e coprendo la padella con coperchio.
3. Aggiungere ai funghi lo speck tagliato a listarelle sottili continuando la cottura per 5 minuti. Mettere in una terrina la ricotta, le uova, i funghi intiepiditi, il parmigiano, il pan grattato, aggiustare di sale e lavorare fin quando il composto sarà omogeneo.
4. Modellare le quenelle lavorando con due cucchiai poco impasto per volta conferendogli la forma di una “polpetta” allungata. Durante questa preparazione appoggiare le quenelle fatte su un vassoio leggermente infarinato.
5. Lessare le quenelle in abbondante acqua salata e scolarle con un mestolo bucherellato appena verranno a galla.
6. Distribuire su ogni piatto da portata 3 cucchiai di salsa di pomodoro allargandola a specchio e aggiungere 5 quenelle per ogni piatto. Spolverare con prezzemolo tritato e servite.
7. Consiglio di zia Giannina: per preparare facilmente le quenelle immergete i cucchiai in acqua fredda, prendete con un cucchiaio un pò di impasto e lavoratelo con entrambi i cucchiai modellandolo a forma di uovo/allungata.

… E BON APPETIT!