Tag Archives: secondi piatti

ARROSTO DI VITELLA AL TEGAME

“Sicuramente farò l’arrosto morto” disse zia Giannina tra sé e sé. “Prego?” le chiesi un po’ interdetta, “vuoi dire che andremo a uccidere un povero vitello con le nostre mani?” aggiunsi ironicamente. “Ahah!” Zia Giannina rise di gusto. “Ma no! L’arrosto morto è un modo di dire. Si tratta dell’arrosto fatto al tegame e non al forno, sciocchina!” Il nome era un po’ inquietante ma l’arrosto era delizioso, morbido con una crosticina da acquolina in bocca!

 

DIFFICOLTA’: ***

PREPARAZIONE: 10 min

COTTURA: 1 ½ ora

 

INGREDIENTI

(per 6 persone)

Un kg. di girello di vitella

100 ml. di vino bianco

40-50 g. di burro

250 ml. di brodo vegetale

Pepe

Sale fino

Olio q.b.

Preparare il brodo, facendo sciogliere in un pentolino un cucchiaino di preparato granulare vegetale in 1/2 litro d’acqua bollente o facendolo con la RICETTA di zia Giannina. In ogni caso il brodo non deve essere troppo saporito perché altrimenti la carne, a fine cottura, risulterebbe salata.

Mettere in un tegame il burro a pezzettini e posarvi la carne precedentemente lavata, asciugata e condita: il sistema migliore per condire un pezzo di carne da cucinare arrosto è quello di spolverizzarla con sale e pepe con le mani perfettamente pulite e unte d’olio. Farla rosolare a fuoco vivace, avendo cura di girarla di tanto in tanto senza pungerla, e quando avrà raggiunto un bel colorito dorato in maniera omogenea versarvi un bicchiere circa di vino bianco. Quando il vino sarà evaporato, aggiungere due dita di brodo ma non di più, altrimenti l’arrosto diventerebbe lesso.  Durante tutto il tempo di cottura, che dovrà avvenire a fuoco basso, bisognerà avere la cura di aggiungere dell’altro brodo solo nel caso che quest’ultimo si fosse ridotto troppo, rigirando la carne di tanto in tanto e coprendo il tegame con un coperchio; l’arrosto sarà pronto quando infilandovi la lama di un coltello essa uscirà completamente asciutta. In ogni caso ci mette anche più di 1 ora.

Una volta raffreddato, mettere l’arrosto sulla tavola di legno e tagliarlo a fettine sottili; riscaldare la carne prima di servire e disporre quindi le fette su un piatto di portata versandoci sopra il fondo di cottura.

 

…. E BON APPETIT!

 

POLPETTONE DI TONNO

Difficoltà:**
Preparazione: 1 ora circa
Cottura: 30 minuti

[collapse id=”collapse_76″]
[citem title=”INGREDIENTI per 4 persone” id=”citem_54″ parent=”collapse_76″]

300 gr di patate
350 gr di tonno sgocciolato
2 tuorli d’uovo
Prezzemolo
20 gr di parmigiano
60 gr di pangrattato
Sale
Pepe
Olio extravergine di oliva


[/citem]
[citem title=”PREPARAZIONE” id=”citem_14″ parent=”collapse_76″]

Lavate le patate e lessatele con la buccia per 30-40 minuti. Una volta cotte, spellatele,
schiacciatele, quando sono ancora calde, con lo schiacciapatate e mettetele in una ciotola
capiente. Aggiungete il tonno sgocciolato e sminuzzato, il prezzemolo tritato, i tuorli, il
parmigiano, 30 g di pangrattato, il sale e una macinata di pepe fresco.
Con una forchetta amalgamate molto bene tutti gli ingredienti fino a quando non avrete ottenuto
un composto omogeneo e morbido. Se dovesse risultare ancora troppo morbido aggiungete altro pangrattato.
Con le mani modellate il composto fino a conferirgli una forma allungata e compatta. Trasferite il
polpettone su un foglio di carta argentata e impanatelo con l’altra metà di pangrattato. Avvolgetelo
nella carta e lasciatelo riposare in frigo per 30 minuti.

Preriscaldate il forno a 200 °C , versate un filo l’olio sulla superficie di una teglia da forno e,
trascorso il tempo di riposo, adagiatevi il polpettone. Spennellatelo con altro olio e cuocete per
25-30 minuti. Lasciate raffreddare prima di tagliare a fette.

 


[/citem]
[citem title=”I CONSIGLI DI ZIA GIANNINA” id=”citem_84″ parent=”collapse_76″]

Per rendere il polpettone ancora più saporito, aggiungete una manciata di olive e capperi
in salamoia tritati grossolanamente.


[/citem]
[/collapse]

SPALLA D’AGNELLO CANDITA ALLA MENTA

Difficoltà: ***
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 2-3 ore

[collapse id=”collapse_23″]
[citem title=”INGREDIENTI” id=”citem_90″ parent=”collapse_23″]
1 spalla d’agnello
4-5 cucchiai di olio d’oliva
5 spicchi d’aglio
sale marino macinato al momento

pre la salsa:
3 cucchiai di menta spezzettata
3 cucchiai di aceto bianco
1 cucchiaio di zucchero

[/citem]
[citem title=”PREPARAZIONE” id=”citem_21″ parent=”collapse_23″]
Strofinate la spalla con l’aglio e irroratela di olio d’oliva e di sale. Lasciate riposare in luogo fresco.
Scaldate il forno a 250°C, infornate la carne e 10 minuti dopo abbassate il termostato a 150°C.
Girate la spalla regolarmente e per più volte bagnandola con il suo sugo più spesso possibile (ogni 30 minuti circa).
La carne è cotta quando la si può tagliare con il cucchiaio.
Mescolate la menta, l’aceto e lo zucchero per ottenere una salsa straordinariamente deliziosa per accompagnare la
tenera carne d’agnello.
[/citem]
[/collapse]